JazzMi

Quando: da Giovedì, 02 Novembre 2017 ore 20:00 a Domenica, 12 Novembre 2017 ore 22:00

Dopo il successo fatto registrare l’anno scorso, la seconda edizione di JazzMi, rilancia le sue ambizioni con un programma fittissimo di concerti (circa 150) che invaderanno la città di Milano dal 2 al 12 novembre prossimi.

Dopo il successo fatto registrare l’anno scorso, la seconda edizione di JazzMi, rilancia le sue ambizioni con un programma fittissimo di concerti (circa 150) che invaderanno la città di Milano dal 2 al 12 novembre prossimi, ospitando (fra molti altri) Brad Mehldau, Bill Frisell,Stefano Bollani, Chilly Gonzales, Mike Stern, Joe Lovano, Maria Gadu e Stacey Kent. Ideato e prodotto da Triennale Teatro dell’Arte e Ponderosa Music&Art, in collaborazione con il jazz-club Blue Note Milano, il festival è realizzato grazie al Comune di Milano – Assessorato alla Cultura-, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali, partner Intesa Sanpaolo, Flying Blue e Hamilton, sotto la direzione artistica di Luciano Linzi e Titti Santini. Insieme ai concerti anche rassegne di film e documentari inediti, mostre fotografiche di cui saranno protagonisti Roberto Masotti e Pino Ninfa, incontri con gli artisti e masterclass. Tra le novità di quest’anno “GiocaJazz” un bel progetto di Massimo Nunzi dedicato ai bimbi e Jazzdo.it, un progetto sperimentale, realizzato con il contributo di SIAE, che invece si dedicherà ad alcuni temi e istanze del jazz. Il Teatro dell’Arte e Blue Note Milano saranno i due poli principali del festival, ma i molti eventi in cartellone entreranno nelle location più disparate: teatri, musei, librerie, cinema, palazzi e siti archeologici. “L’anno scorso abbiamo assistito alla partecipazione entusiasta di un pubblico ben più numeroso rispetto alle aspettative”- ribadiscono Titti Santini e Luciano Linzi-. “L’obiettivo di quest’anno sarà far crescere ancora di più JAZZMI, espandendolo nel territorio, dal centro alle periferie”.Il jazz è ancora oggi una musica di straordinaria visionarietà che ha che fare con molti elementi del nostro vivere quotidiano: per questo va più che mai valorizzato e portato in luoghi che aumentino le possibilità di coinvolgimento.
Vittorio Pio

Per info www.jazzmi.it