Elbow, il walkman che non è un walkman News

In arrivo un riproduttore di cassette che promette di traghettare il nastro audio nel ventunesimo secolo.

05/05/2017
di Francesco Bonerba francescobonerba@suono.it

Per ora Elbow è solo un concept ma i suoi creatori, Andrius Žemaitis e Marius Paulikas della lituana BrainMonk, sembrano fare sul serio: oltre ad aver recentemente creato un’indagine per saggiare la ricettività del mercato verso il dispositivo da loro ideato, hanno pubblicato un papier tecnico che illustra in dettaglio le specificità dell’oggetto, che senza ancora esistere ha già vinto due premi (nel 2015 l’International design contest “Industart” D-2 e nel 2016 il Geras Dizainas). E nonostante il revival dell’audiocassetta di cui molti parlano sia destinato a risolversi, molto probabilmente, in una nuvola di fumo (ne abbiamo parlato su SUONO 514 - marzo 2017), il piccolo Elbow ha indiscutibilmente del potenziale.

Si tratta di un player per audiocassette ridotto all’osso: un singolo braccio biassiale a tenaglia che “abbraccia” la cassetta e  attraverso una puleggia singola muove il nastro, il cui andamento è regolato da un sensore ottico posto in prossimità del lettore magnetico. Attraverso una manopola circolare è possibile impostare volume (rotazione a sinistra) e velocità di avanzamento (rotazione a destra). Elbow è dotato di un’uscita audio da 3.5 mm, di una mini-USB per la ricarica (nessuna indicazione, per ora, sulla possibile durata della batteria) e un piccolo pin che consente di agganciare il dispositivo a un vestito o una qualsiasi superficie di tessuto (reggerà il peso?).

Per BrainMonk il dispositivo è soprattutto un modo, grazie al suo minimalismo, di “svelare” l’oggetto audiocassetta, finito nel dimenticatoio per una decina di anni e mai conosciuto da una generazione: “L’audiocassetta non è solo un medium, è un’icona culturale. Per questo crediamo che non debba essere nascosta in un dispositivo ma portata all’attenzione dell’utente.” Al di là della pubblicistica, se Elbow venisse commercializzato a un prezzo popolare potrebbe realmente rappresentare una buona possibilità per riascoltare con praticità le nostre vecchie audiocassette anche in mancanza di un walkman o uno stereo; considerando, poi, che la loro vita media si aggira attorno ai venti anni e che una futura invasione di nastri sul mercato è alquanto improbabile, Elbow potrebbe davvero rappresentare il “canto del cigno” delle audiocassette.

Info su www.elbow.co.nf

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.