Il giorno degli hi-fi...di

Il blog del direttore della rivista SUONO


Del più e del meno… 0

06/01/2020

Perché a volte il meno è un più... Il doppio venti, 2020, i numeri che contraddistinguono l’anno che andiamo ad affrontare, induce a un senso di equilibrio, di perfezione che, nei numeri angelici, coglie il senso di dualità, di valore doppio, di armonia e di equilibrio, mentre lo zero, a sé stante, è indubbiamente il punto di inizio di un percorso… Si aggiunga il fatto che il 2020 è un anno bisestile e secondo la tradizione popolare sarebbe foriero di sventure (anno bisesto, anno funesto).

Si va avanti... invece che indietro 0

25/11/2019

Quella che dovrebbe essere la norma, in hi-fi diventa l'eccezione... e ringrazia che c'è! Così l'edizione 2020 del Roma High Fidelity merita qualche riflessione positiva...  

Bye Bye McCormack (il marchio, dico) 0

20/02/2019

Un altro marchio che se ne va, un ulteriore passo nella ridefinizione dei confini (e degli orizzonti) nel mercato della riproduzione musicale. Tra acquisizioni, incorporazioni e semplici fine vita, oltre alle mezze stagioni sta scomparendo parte del patrimonio storico del settore...

Controcorrente 0

04/05/2018

Mentre quasi chiunque sul pianeta medita come entrare nel settore dell'audio analogico, Shure annuncia la dismissione del suo reparto phono

Frizzi si, Abreu no 0

27/03/2018

Alcune considerazioni sugli aspetti mediatici della dipartita di due personaggi noti al pubblico e vicini alla musica

L’angolo di benessere 0

08/03/2018

Un posto fisico ma anche un luogo dell’anima, una astrazione che misura, in modo tutto fuorché oggettivo (ma non per questo meno valido) l’armonia o la sua mancanza tra noi e la musica, tra noi e gli strumenti per apprezzarla.

La rivoluzione è servita? 0

05/02/2018

1968 - 2018: a cinquanta anni dalla rivoluzione culturale e musicale che attraversò il mondo che cosa è rimasto e che cosa potrebbe succedere?

Il vulcano è di nuovo attivo? 0

28/11/2017

Con estrema lentezza il nuovo avanza anche in hi-fi e questa è una buona notizia non tanto per un ipotetico culto dell’innovazione ma perché nel cambiamento epocale delle modalità di fruizione della musica un elemento essenziale e decisivo nella soddisfazione dell’utente è rappresentata dalla soddisfazione in parte o del tutto dei suoi desideri e necessità. L’hi-fi e in particolare l’hi-end aveva già da tempo dirazzato in questo senso proponendo stili di consumo improbabili o inadeguati (davvero considerereste di lusso una scatola tagliente solo per il fatto che il suo costo è a multipli di zero?)

Un week end in musica 0

04/10/2017

Nei giorni 7 e 8 ottobre si tiene la 23ma edizione del Milano Hi-Fidelity, manifestazione ormai caratterizzata da una ampia maturità e da un constante miglioramento negli anni...

Tre giorni ok 0

03/10/2017

Dal 13 al 15 ottobre una stimolante tre giorni di ascolti, demo e seminari a Roma presso il Parco della Musica.