Il giorno degli hi-fi...di

Il blog del direttore della rivista SUONO


Quale futuro per Sonus faber? 0

27/01/2017

Il cambio della guardi a capo di Word of McIntosh influirà sui programmi futuri del marchio italiano?

Ma la terra è piatta? 0

03/01/2017

La verità e le forme subdole per aggirarla, che al momento hanno preso corpo nella cosiddetta post-verità, sembrano rappresentare l'elemento cardine di una riflessione (e degli inevitabili "buoni proponimenti" tipici di inizio anno) sul 2017 che verrà...

Emozioni impagabili 0

25/11/2016

Ci sono prodotti in grado di generare emozioni irrazionali e altamente pervasive che mettono a rischio la nostra razionalità ma, d'altro canto, ci confortano in quella ricerca di una sorta di Santo Graal che spesso sembra solo una chimera, a volte ci conforta con la sua tangibilità. Il test dei diffusori Yamaha NS-5000, in esclusiva su questo numero di SUONO, è uno di quei casi...

La mia stella vo’ cercando 0

17/09/2016

Il panorama dell'hi-fi si sta completamente ridisegnando

Ascolto in cuffia: una sfida al mercato? 0

18/07/2016

La concomitante presenza di alcune particolarità che contraddistinguono l’ascolto in cuffia ci fornisce gli elementi di come potrebbe essere più in generale il settore della riproduzione musicale nell’immediato futuro

Il futuro passa anche per l'Umbria? 0

10/05/2016

Una due giorni dedicata alla passione per la riproduzione musicale

Watchdog o fiancheggiatori? 0

27/04/2016

I capisaldi della professione giornalistica, quelli che ne definiscono in larga misura l’intelaiatura, bilanciandosi vicendevolmente sanciscono da un lato la libertà di informazione e di critica (Art 1) e, dall’altro, il “dovere di verità”, considerato dalla Carta dei Doveri della categoria “obbligo inderogabile”.

Tendenze estreme 0

24/03/2016

Nel 2016 si potrebbe concretizzare il rilancio del settore legato alla riproduzione sonora di qualità. Ecco perché...

Qualcuno vi vuol far credere… 0

10/12/2015

Qualcuno vi vuol far credere che per difenderne i valori fondanti (il bon son si direbbe, se l'espressione non fosse orribile e desueta) dell'alta fedeltà, essa si debba richiudere a riccio ignorando i cambiamenti epocali che accadono attorno alla musica (ora anche Google ha deciso di entrare nell'agone, dunque la faccenda si è fatta davvero grande).

Chi si ferma è perduto? 0

31/10/2015

Nel momento in cui la riproduzione musicale ha “abbracciato” l’informatica, la dimensione digitale ha dato il via a un processo di evoluzione caratterizzato dalla velocità rapidissima tipica di quest’ultima.