Ascolto in cuffia: una sfida al mercato? Il giorno degli hi-fi...di

18/07/2016 Paolo Corciulo

Le chiavi di modernità offerte dal nuovamente in auge settore dell'ascolto in cuffia (e il fatto che siano state assorbite dal mercato in modo non pedissequo) determinano l’unicità e, al tempo stesso, forniscono una possibile chiave di lettura di un fenomeno che è anche una sfida per chi ha il compito di esprimere opinioni critiche in merito. Ho provato a raccogliere per capisaldi gli aspetti salienti e le novità che si sono presentate proprio in ragione del crescente interesse per questo segmento di mercato, certo che la loro comprensione potrà essere utile anche a chi non è interessato a questo tipo di fruizione, in quanto si tratta di temi che attengono in generale la riproduzione sonora (solo che raramente si verificano contemporaneamente e ne rappresentano parte fondante!) e, dunque, quel che accade nell’ascolto in cuffia potrebbe rappresentare un banco di prova più generale di quel che potrebbe accadere domani....

- Rigging: è un evento quasi naturale del settore dove la scelta di padiglioni, cavi e personalizzazioni sono all’ordine del giorno.

- Influencer: il ruolo del consumatore è un ruolo attivo che determina cambiamenti nell’offerta del prodotto (vedi il caso della Sennheiser HD 800) o addirittura ne condiziona la nascita con i suoi feedback, come è accaduto ad esempio con alcuni prodotti della HiFiMan.

- Filiera corta: vendita diretta, vendita online generica e crowdfunding sono diventati canali elettivi per questo tipo di prodotti.

- Status symbol: in movimento si può ostentare e se il caso di Beats ha fatto scuola (e la fortuna di Dr. Dre); Pryma lo declina nell’ambito del lusso, aprendo nuovi orizzonti.

- Competenza: l’abbinamento determina in maniera spiccata il risultato esaltando la conoscenza degli opinion leader.

- Coinvolgimento: le nuove modalità di ascolto si associano all’ascolto in cuffia e facilitano l’approccio delle nuove generazioni di consumatori.

- Percorso di crescita: al contrario dell’Hi-Fi il mercato offre ancora un percorso per grado che trasporti il neofita verso una progressiva consapevolezza e raffinatezza delle sue scelte.

- Modularità: tanto le cuffie che i lettori portatili possono essere configurati ad hoc sia in termini estetici che tecnici (stadi di amplificazione cuffie).

- Stravolgimento dei canoni: per le ragioni esposte e anche per il fatto che i criteri qualitativi tradizionali non sono più validi (uno per tutti il ruolo della miniaturizzazione) va ricostruita una scala valoriale: se uno smartphone può suonare bene come un sistema domestico è chiaro che dobbiamo variare il nostro metro di giudizio!

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.