Ciao Marino Il giorno degli hi-fi...di

14/02/2017 Paolo Corciulo

Ultima ora

Il funerale di Marino Mariani si terra a Roma il 18 febbraio alle 12.30 presso la Parrocchia Sacri Cuori di Gesù e Maria (Entrata su Via Magliano Sabina)

Con Audiovisione, la rivista editata fino a quasi la fine degli anni '70 aveva tracciato il solco di quel connubio unico tra conoscenze tecniche e umanistiche che lo avrebbe poi caratterizzato per il resto della vita. Marino Mariani, detto "il professore" era un personaggio fuori dagli schemi, genio e sregolatezza allo stato puro. Dichiarò in tv di essere un eternauta e che grazie alla sua dieta sarebbe campato in eterno; purtroppo non è stato così e si è spento qualche giorno fa in ospedale con una dolce morte che non gli si addice, lui abituato alle tinte forti e polemiche per una una vita.
A me capitò il compito di recuperarlo alla causa hi-fi (erano i tempi di Stereo e per l'occasione coniai la rubrica "il divano del professore") causa che comunque gli andava stretta: consumatore compulsivo di libri, una conoscenza immensa e erudita della musica e di molto altro, avrebbe infine trovato la sua cifra, ultraottantenne con il suo sito (si, un sito!) Famiglia Moderna. E d'altronde in una delle sue frequenti apparizioni, alle quali seguivano repentini allontanamenti, si presentò a SUONO ebro della scoperta di internet e delle possibilità offerte alla sua sete di sapere in campo musicale: "Ti rendi conto" mi disse "che se vuoi cercare qualche cosa del Trio Lescano, internet è il posto più adatto?". Questo per dire che Marino guardava la realtà con mente aperta e viaggiava ad un livello di connessioni neurali precluse ai più e certo non limitate dal tempo che passava... Mi mancherà, mi mancheranno le litigate (non sempre andavamo d'accordo) e, soprattutto lo stimolo che anche le più balzane delle sue idee sapeva generare. E mancheranno ai lettori i suoi scritti (da Verdi a Caruso, da Revox alla Apple) e la capacità di pescare sempre a fondo le parole per scrivere cose mai banali. Un lusso riservato a pochi...

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.