Emozioni impagabili Il giorno degli hi-fi...di

25/11/2016 Paolo Corciulo

Il fuoriclasse lo riconosci subito, anche sotto mentite spoglie: Maradona potrebbe essere grasso come una mongolfiera ma continuerebbe a donare al calcio quella poesia e imprevedibilità che Paolo Sorrentino ha saputo mirabilmente sintetizzare nel suo Youth...
E quasi dei predestinati gli Yamaha NS-5000, anche se per le sbagliate ragioni: nell'immaginario audiofilo ricco di illusioni e riverberi di buone intenzioni che ne hanno lastricato la fossa (per fortuna ancora non del tutto scavata) si parlerà di tutto e di più, di esotici materiali come lo Zylon e della betulla di non so più dove; di come sia doveroso o immorale spendere 15.000 euro per un diffusore giapponese. Io mi sono divertito a ripercorrerne la genesi prima di abbandonarmi a piacevoli ascolti come ne accadono pochi. Perché gli NS-5000 sono stati in grado di generare quell’entusiasmo riservato agli assoluti top di gamma passati per la nostra sala d’ascolto. In termini di risposta sonora sono quasi ideali, con delle punte di eccellenza in gamma medio alta dove le voci femminili vengono riprodotte in modo meraviglioso (solo quelle maschili appaiono minimamente enfatizzate) mentre solo qualche raro concorrente riesce a fare di meglio in gamma bassa. Una eccellenza che in termini di partecipazione e vividezza delle sonorità offerte non è più possibile misurare in quanto oltre l’eccellenza, che nel caso specifico si avvale di una rapidità impareggiabile nell’offrire il messaggio sonoro. Come sempre ci accade in questi casi, c’è poco altro da dire, le parole cedono il asso alla sana emozione, con buona pace dei pochi fortunati che potranno gustarsele! Perché oltre al prezzo a rednerle esclusive è il fatto che in Italia ne arriveranno pochissimi esemplari. E allora mi sento un privilegiato per aver potuto godermele un po!

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.