Alex Rosson: l'uomo della provvidenza

Insieme a Sankar Thiagasamudram, Alex Rosson ha dato vita al progetto probabilmente più interessante degli ultimi anni in fatto di cuffie, quell’Audeze che ha riportato in auge la soluzione magnetoplanare sviluppata in un laboratorio in quel di Las Vegas, lì dove proprio non te lo aspetti...

03/11/2020
di A cura della redazione redazione@suono.it

Lui è Alex Rosson, e oltre che fondatore nel 2008 del noto marchio di cuffie, è stato tecnico del suono, produttore, musicista e proprietario di una etichetta indie. Incontentabile, forse, tanto che nel 2015 abbandona Audeze per nuovi lidi, attirato dal cocktail fashion & cuffie, che già aveva colpito Dr. Dre con le sue Beat e in tempi più recenti persino Zenga (2018) che, a conferma del forte impatto sociale della musica in mobilità, nel suo parco giochi per adulti consenzienti, “Zenga Toyz”, proponeva, accanto ai conclamati accessori della casa di abbigliamento per “l’uomo che non deve chiedere mai”, una cuffia, un sistema di altoparlanti realizzati in collaborazione con Master & Dynamic (azienda estremamente specialistica nel campo delle cuffie) e uno splendido giradischi, la versione all-in-one Player di VPI, con base completamente rivestita in “pelle tessuta”, materiale originale in pelle sviluppato da Ermenegildo Zegna. C’è da dire che dei Toyz ne è sopravvissuto solo uno, la cuffia, a riprova del fatto che ogni rosa ha la sua spina ma l’appeal del settore non ne risente, tant’è che nel 2015 Shinola, altro marchio di accessori maschili, lo intercetta per affidargli il nascente dipartimento audio. Rosson, a quel tempo impegnato nello sviluppo dell’amplificatore per cuffie Liquid Carbon del texano Cavalli (di cui verranno venduti ben 500 esemplari al costo di  quasi 800 dollari), accetta e si trasferisce armi e bagagli a Detroit dove acquista casa, mette in piedi la fabbrica e un piccolo team di ricerca e sviluppo (in parte prelevato da Audeze) tra Hong Kong e a Los Angeles. Due anni di studi da cui nasce un giradischi progettato da zero, un fonorivelatore, tre modelli di cuffie, due di auricolari, due diffusori da scaffale e degli altoparlanti Bluetooth... Fino alla decisione di Shinola di non entrare più in questo business!
Rosson non perde tempo: recupera tutto il know how e con le tre persone del suo staff, che nel frattempo sono diventate amici fraterni, rivitalizza la Rosson Audio Research che aveva fondato appena uscito da Audeze. Il frutto matura nel 2019 con le RAD-0, ancora sulla base della tecnologia magnetoplanare, l’unica che garantisca un elevato livello di qualità, sebbene realizzabile artigianalmente. La particolarità di questo unico modello del marchio è che... si fa in quattro, in otto, in quanti differenti varianti vuoi, visto che le coppe esterne sono realizzate con qualsiasi cosa Rosson e il suo team riescono a infilare nel loro stampo di fusione: pietre, gemme, legno recuperato, in qualsiasi colore desiderato dietro l’esborso di una cifra a partire da 2.600 dollari, per un massimo di 3.000! 66 mm le dimensioni del trasduttore realizzato in materiale composito con l’adozione di un magnete in neodimio, 29 Ohm l’impedenza con un peso di 550 grammi circa in funzione del materiale utilizzato per le finiture.

Parallelamente alla originale avventura di realizzare una cuffia custom sulla base delle esigenze dell’utente, Rosson è anche diventato consulente per la Maison tedesca Montblanc che, ripercorrendo la strada intrapresa da Zenga e Shinola nell’anno domini 2020, offre a 605 euro nella sezione New Tech del suo sito la cuffia MB 01, commercializzata in tre varianti (pelle nera con finiture in metallo cromato, pelle marrone con finiture in metallo color oro e pelle color grigio chiaro con finiture in metallo lucido): ripiegabile, Bluetooth con sensore di prossimità per riprodurre/mettere in pausa automaticamente l’audio, dotata di tecnologia attiva di eliminazione del rumore e Google Assistant integrato. La MB 01 ribadisce come le cuffie siano diventate un accessorio indispensabile per il viaggiatore, perché “i viaggiatori contemporanei, in viaggio per affari o per piacere, desiderano accessori unici che li aiutino a distinguersi ovunque vadano”. Parola di  Zaim Kamal, direttore creativo Montblanc. Rosson conferma, in attesa di nuove avventure…

La cuffia Montblanc MB 01

Il giradischi mai nato, per Shinola

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.