L'ascolto in cuffia domestico

Modenaudio Lympha, Octave V 16, Sennheiser HDV 820 in prova su SUONO 523. Un parterre di altissima qualità sonora con la cuffia... ma anche con i diffusori!

05/02/2018
di A cura della redazione redazione@suono.it

Tre amplificatori per cuffia e non solo, visto che nella sempre più ampia riclassificazione delle categorie di prodotto (e della mente audiofila), l’avvento della musica liquida ha di fatto scombiccherato le categorizzazioni un tempo certe dell’hi-fi. Gli apparecchi di oggi, complice la transumanza, in ragione delle sempre più ampie e mutevoli fonti digitali, del convertitore D/A dal lettore sempre più in basso, fino ai diffusori, lungo la catena, sono meno chiaramente definibili. Esistono amplificatori che, a causa del convertitore a bordo, si trasformano in hub digitali, diffusori che, una volta amplificati e anch’essi in grado di decodificare il messaggio digitale, diventano siste,i e streamer..
L’ampli per cuffia non è da meno: si arricchisce in certi casi del DAC, in altre offre uno stadio pre a tutti gli effetti o entrambi. Il parterre che abbiamo avuto a disposizione (oltre agli apparecchi provati, il McIntosh MHA 150 e il Bryston BHA1- in altre parole in meglio in commercio senza sfociare in eccessi assoluti) ha dimostrato di poter competere allo stato dell’arte per qualità sonora ,pur offrendo una diversa interpretazione delle esigenze di chi ascolta in cuffia. Massima comprensione dell’interfaccia uomo-macchina per la new entry (Modena Audio), finalmente una start up, di nome e di fatto, italiana che ha saputo bene cogliere quegli aspetti costruttivi e prestazionali indispensabili per rappresentare una killer up. Valore della progettazione e costruzione industriale per Sennheiser che al secondo tentativo (i primi pre cuffia sono del 2013) annulla i difetti e migliora, nella continuità il progetto iniziale per un prodotto omni comprensivo (è ampli cuffia, DAC, pre….) mentre l’ultimo protagonista di questo parterre d’eccezione riesce ad esprimere qualità a tutto tondo tanto da farci faticare nel definirlo un ampli o un ampli per cuffia visto che suona benissimo sia con i diffusori (purché efficienti) e con le cuffie.
Ma, in generale, tutti e tre i prodotti provati possono essere inseriti in una catena solo cuffia o all'interno di un sistema hi-fi tradizionale...

[ Pubblicato su SUONO n° 523 - febbraio 2018]

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.