Musical Fidelity Merlin 1: a cavallo tra digitale e vinile Comunicato stampa

L'inglese Musical Fidelity ha reso disponibile sul mercato da dicembre 2014 un Digital Streaming System pensato specificatamente per la riproduzione dei vinili.

09/01/2015
di Francesco Bonerba

Svelato all’High End di Monaco (lo scorso maggio), il Merlin 1 dell’inglese Musical Fidelity è stato definito “il primo Digital Streaming System progettato sin dall’inizio per la riproduzione di vinili”. Il sistema è composto da tre elementi: un amplificatore digitale, un giradischi e una coppia di diffusori ellittici. Il primo incorpora due DAC 192 kHz / 24 bit, eroga 50W per canale e ha un amplificatore per cuffie dedicato, ispirato al modello Musical Fidelity V90 HPA; a livello di connettività dispone, oltre della connettività Bluetooth con aptX, anche di una porta USB asincrona, un ingresso phono e un ingresso in linea, digitale o analogico. L’amplificatore è inoltre un ADC in grado di convertire i segnali analogici, nello specifico quello del vinile, in digitale, indirizzandoli verso un computer, un subwoofer o diffusori acustici attivi. Il giradischi monta un sistema di sospensione, possiede uno chassis inerte e un braccio di alta qualità mentre i due diffusori, ciascuno dei quali incorpora un trasduttore BMR (Balanced Mode Radiator), utilizzano un sistema a “diffrazione multipla” che offre una riproduzione stereo accurata e ampia. Costo? Non basso ma neanche esorbitante: 1.300 sterline (circa 1.650 euro). Un sistema completo, economicamente abbordabile ed esteticamente accattivante, che farà gola a quanti volessero lanciarsi nel mondo del vinile o giocare a trasformare i propri vecchi dischi neri in un flusso digitale di dati. Disponibile in rosso, nero e argento.

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.