Schermi OLED: il futuro dell’ascolto domestico? News

Sono sottilissimi e ora possono trasformarsi in veri e propri speaker.

13/01/2017
di Francesco Bonerba francescobonerba@suono.it

Hanno uno spessore di pochi millimetri e si piegano come un foglio di carta rigida: sono i pannelli OLED di cui, tra gli altri, LG e Sony hanno fatto sfoggio allo scorso CES di Las Vegas. La novità è che entrambe le aziende hanno presentato contemporaneamente due soluzioni per eliminare definitivamente la presenza di speaker supplementari. Proprio in virtù di quello spessore ridottissimo che gli impedisce (per motivi pratici e anche estetici) di avere a bordo o in prossimità un diffusore, gli OLED sono stati dotati di appositi motori chiamati “exciters” in grado di produrre onde sonore attraverso le vibrazioni dello schermo stesso.

Le immagini che scorrono non subiscono alcuna variazione e la qualità del suono, garantiscono i giornalisti presenti al CES, tra cui Vlad Savov, è ottima: “Il suono di queste TV è una cosa sconvolgente. È davvero molto molto buono. Non lo preferirei a quello di un surround 5.1 ma il suono è puro, cristallino e più che forte per la maggioranza degli utenti”. La tecnologia adoperata da LG si chiama Crystal Sound e sembra praticamente identica a quella impiegata da Sony sulla serie XBR-A1E BRAVIA OLED, dove però prende il nome di Acoustic Surface.

Questo primo scontro tra due colossi dell’elettronica mostra chiaramente le potenzialità di una tecnologia che, pur essendo ancora lontana dall’avere costi accessibili alle masse, nel giro di un decennio potrebbe rivoluzionare l’ambiente domestico, con intere pareti o finestre touch che mostrano immagini, suonano e, all’occorrenza, diventano trasparenti… I concetti isolati di televisore, così come di computer o diffusore, potrebbe dunque avvicinarsi alla propria rottamazione, confluendo in quell’internet delle cose che da anni sta preparando il suo definitivo avvento (il terzo video a seguire, sulla cucina del futuro secondo Panasonic, ne è una dimostrazione).

https://www.youtube.com/watch?v=MvEaGB42EjE

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.