Synthesis Soprano: anteprima assoluta

Arriva Soprano, l'integrato a valvole che ridefinisce l'entry level. SUONO l'ha provato in esclusiva a pochi giorni dall'ingresso sul mercato: ottima la qualità sonora in riferimento alla classe di appartenenza e ampia la versatilità visto che è possibile collegare fonti digitali, pc e giradischi...

29/07/2018
di Paolo Corciulo p.corciulo@suono.it

sintesi dell'articolo pubblicato su SUONO

Le caratteristiche

Prezzo: € 1.190,00
Dimensioni: 31 x 15 x 29,50 cm (lxaxp)
Peso: 10 Kg
Distributore: MPI ELECTRONIC
http://www.mpielectronic.com
Tipo: stereo Tecnologia: a valvole Potenza: 2 x 12 W su 6 Ohm in classe A Accessori e funzionalità aggiuntive: Telecomando Risp. in freq. (Hz): 15 - 50.000 -3 dB THD (%): 1 S/N (dB): 90 Phono: MM (10 mV/47 KOhm) Ingressi analogici: 1 RCA (100 mV/100 kOhm) Ingressi digitali: Ottico / RCA / USB HiRes Sistema di conversione audio D/A: 24 bit - 192 kHz Note: Ingressi OP-Amp JRC 4580, driver MJD340, stadio d'uscita con 2 EL84/6BQ5

Il nuovo piccolo amplificatore integrato, alla base del catalogo della Synthesis, è come un punto e a capo nella misura in cui si confronta con una tipologia di prodotto che riporta la Synthesys lì dove tutto era cominciato (1992), alla produzione di apparecchi economici e a valvole. Grazie a un equilibrio delle forme (in questo il progettista di Synthesis è maestro) Soprano è un apparecchio minuto (proprio come ci si aspetta da un/una soprano) se pur non piccolo in assoluto, in ragione dello sviluppo in pianta su base quasi quadrata. Bello, bellissimo anche per l’originale scelta della griglia (amovibile solo con difficoltà, tanto non si dovrebbe!), realizzata a mano e costosa più del resto della scatola: sono scelte…In generale è davvero apprezzabile la sensazione di ariosità e di realismo rilevata, con un “respiro” della riproduzione davvero notevole e una rappresentazione sonora abbastanza rotonda, timbricamente corretta e con discreto dettaglio. Nel complesso ci sembra che il Soprano possa rappresentare per più elementi una cartina al tornasole di alcuni cambiamenti che sono percepiti (magari anche non in maniera razionale) come necessari dal mercato: se sono molte, o almeno abbastanza, le alternative di primo ingresso nel mondo delle valvole (non tutte praticabili in sicurezza e customer care) e compaiono cloni e varianti di vecchi progetti, è raro incontrare progetti abbastanza nuovi in cui convivono approcci innovativi e tradizionali, realizzati in Italia e proposti in una classe di prezzo inusuale. Lo riteniamo sintomo di un vento di cambiamento verso una nuova definizione di livello di qualità a tutto tondo….

[ Pubblicato su SUONO n° 528 - agosto 2018]

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.