TIDAL Masters disponibile anche su smartphone Android News

Il servizio di streaming ha reso disponibile il codec MQA anche su dispositivi mobili.

09/01/2019
di Francesco Bonerba francescobonerba@suono.it

Soltanto un anno fa circolavano insistentemente voci di una imminente chiusura del servizio di streaming in alta definizione, che nel 2016 aveva accumulato circa 44 milioni di dollari di perdite a fronte di soli 1,2 milioni di abbonati (contro i 57 milioni di utenti premium di Spotify). A distanza di 12 mesi Tidal è ancora viva e vegeta e ancora più intenzionata a fare dell'alta qualità il proprio cavallo di battaglia per farsi strada in un mercato sempre più affollato di giganteschi competitor (si pensi all'entrata in scena, la scorsa estate, di YouTube Music).

In questa prospettiva l'azienda norvegese ha comunicato di aver finalmente, a distanza di circa due anni dal lancio di Tidal Masters, reso disponibile il codedc MQA anche per l'ascolto in movimento, precedentemente disponibile solo sull'app desktop e in prodotti specifici (come il Bluesound Node 2 streamer). Il codec, sviluppato da Meridian nel 2014, promette di comprimere in file eleggibili per lo streaming e quindi poco pesanti una qualità audio identica a quella prodotta in studio di registrazione, superiore quindi a quella CD. Se fino ad ora la fruizione dei brani Masters era confinata a poche soluzioni, con questo upgrade la collabrazione tra Tidal e MQA apre le porte dell'Hi-Fi a una platea molto più vasta, come lasciano intendere le stesse parole di Mike Jbara, CEO di MQA: "Sappiamo che la maggior parte degli appassionati di musica sceglie lo streaming sui propri telefoni. Secondo la vision di MQA, si dovrebbe disporre della miglior qualità del suono indipendentemente da dove lo si ascolti. Siamo felici che, grazie alla continua collaborazione con TIDAL, l’accesso alla qualità audio professionale si stia ora diffondendo anche al mobile".

Gli utenti di Tidal potranno quindi, senza ulteriori costi rispetto all'abbonamento HiFi di 19,99 euro al mese, disporre del codec anche su smartphone android, semplicemente scaricando la versione più aggiornata dell'app.

"Si tratta di un importantissimo passo in avanti per la comunità di audiofili e per i membri di TIDAL che hanno scelto la versione Hi-Fi", ha dichiarato Lior Tibon, COO di TIDAL, "Man mano che la piattaforma si sviluppa, la nostra partnership con MQA continua a crescere e consolida la nostra posizione di leader nel mondo dell’audio ad Alta Fedeltà".

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.