Teac NT-503: tutto a poco

Un apparecchio potenzialmente molto completo che, al netto di qualche smagliatura, avvisa il mondo dell’Hi-Fi di quello che può fare un costruttore consumer senza costringere il consumatore a spendere una fortuna!

25/11/2016
di A cura della redazione redazione@suono.it

L’NT-503 oltre che uno streamer è anche un DAC, un Player, un ampli cuffia e un pre). Il cabinet in alluminio richiama, con la presenta dei due manici, gli apparecchi semi-professionali di un tempo; ovviamente non sono funzionali in un prodotto mezzo formato dal peso complessivo di pochi chili! Sempre sul frontale si trova un ingresso coassiale a jack da 3,5 mm; la presenza di un segnale in ingresso viene segnalata da un led nelle vicinanze. Un selettore in combinazione con l’intervento del tasto apposito consente invece di navigare nel menù. Il piccolo display a matrice di punti, nonostante l’esiguo spazio a disposizione, è uno dei “mezzi” di comunicazione meglio strutturati del settore. Ovviamente è stata fatta un’accurata selezione di cosa rappresentare e cosa no, ma siamo della stessa idea di Teac: per un appassionato di musica è molto piacevole leggere al volo una serie di informazioni relative a sorgente selezionata, aggancio del segnale e indicazione del formato che si sta riproducendo...

L’apparecchio risulta reattivo per quanto riguarda il riconoscimento in rete e l’abbinamento con la App che, nonostante sia abbastanza ben strutturata per alcune funzioni, appare primitiva rispetto ad altre: ad esempio la possibilità di riprodurre una serie di brani direttamente da una memoria di massa collegata alla presa USB anteriore è un’opzione utile e piacevole da utilizzare soprattutto nei casi in cui si vuole ascoltare “al volo” un brano non presente nella propria libreria. Risulta anche molto utile visualizzare i metadati direttamente sullo smartphone invece che sul display (anche se è uno dei pochi a visualizzare invece il formato che si sta riproducendo). Tuttavia, è impensabile utilizzare una memoria di massa ad alta capacità sia per i tempi di indicizzazione che per l’esposizione da parte della App molto minimale. Inoltre, la App, che controlla gran parte delle funzioni dell’apparecchio, non ha alcun accesso al menù di configurazione dei filtri e dell’upsampling. Va aggiunto che si tratta di uno dei pochi lettori che supporta la riproduzione dei formati ad alta risoluzione anche DSD da memoria di massa, sebbene non sia esplicitato nel manuale di istruzioni e nella pubblicistica. Non male per un prodotto che alterna soluzioni discutibili ad altre che si discostano sensibilmente dalla media.

Le caratteristiche

Streaming Player Teac NT-503
Prezzo: € 1.199,00
Dimensioni: x x cm (lxaxp)
Peso: Kg
Distributore: Exhibo S.p.A.
http://www.exhibo.it
Formati audio compatibili: PCM, AIFF, WAV, Apple Lossless, FLAC, WMA Lossless, MP3 cbr, AAC, OGG Vorbis, WMA, Web Radio Display: OLED Tipo: stereo Tecnologia: a stato solido Convertitore D/A: AK4490 Sistema di conversione D/A: 32 bit - 384 kHz Accessori e funzionalità aggiuntive: Ingresso cuffia Note: DSD fino a 11,2 MHz e PCM fino 384 kHz, compatibile DNLA

Per quanto riguarda le connessioni meno audiophile c’è da segnalare che il Bluetooth si rivela molto di più di una connessione “accessoria” anche in considerazione che il piccolo display, a proposito delle informazioni “utili” che è in grado di fornire, è fra i pochi che indica il codec selezionato nella trasmissione: SBC, AAC, aptX.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

[ Pubblicato su SUONO n° 511 - novembre 2016]

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.