La TV ha sempre bisogno dell’audio, non il contrario!

Guardate l’immagine promozionale che apre questo articolo. Non vi pare che manchi qualcosa? Eh già: l’audio è riprodotto forse dallo Spirito Santo... Sembra che non sia indispensabile per ricreare la giusta atmosfera alle immagini o, più probabilmente, ancora una volta se ne è trascurata l’importanza…

Complice l’obbligo di permanenza all’interno dell’abitazione domestica, siamo tornati ad accendere la TV con una certa frequenza per scoprire che… non si capisce niente! Non si tratta di mancanza critica nella comprensione del palinsesto, o magari di una cattiva predisposizione per la fiction, i talk o altro ancora: in TV non si capisce niente perché non si sente niente o, a dire il vero, più che non sentire niente si sente talmente male da far passare ogni fantasia, che si tratti di un film (a prescindere dalla buona o cattiva colonna sonora in origine) o di un telegiornale. E se provi ad alzare il volume per cercare di ascoltare meglio... non succede niente, perché entra in funzione il compressore visto che i minuscoli altoparlanti della TV proprio non ce la fanno a erogare livelli sonori maggiori!
A meno di non aprire il copioso capitolo dell'audio-video, ricco di opportunità ma anche di proposte incompatibili con una serena convivenza domestica... Vediamo come uscirne soddisfatti.  

HOME THEATER  13/05/2020
di Iltremila

Tutto unito o tutto separato?

Lo spettacolo cinematografico, lo sappiamo, è un mélange di grandi e belle immagini e ottimi e realistici suoni: percepiamo la realtà in gran parte con gli occhi (70%) ma il resto principalmente dalle orecchie!

HOME THEATER  13/05/2020

TCL: basso costo, basso impatto

Per pur per prezzo di fascia economica, la soundbar cinese offre soluzioni che ne consentono una facile integrazione nell'ambiente domestico e performance perlomeno accettabili se non di più...