A Chiasso il Festival di cultura e musica jazz Comunicato stampa

Edizione numero XXII per il festival di cultura e musica jazz di Chiasso, che ancora una volta si contraddistingue per l'originalità ed il profilo delle sue proposte.

24/02/2019
di Vittorio Pio

Il programma

SABATO 2 MARZO 2019 - ANTEPRIMA – Teatro Sociale Como
Ore 20.30    Fabrizio Bosso & Como Jazz Orchestra
II. La lunga notte jazz del Teatro Sociale
Como Lake Jazz Club

GIOVEDÌ 14 MARZO 2019
Ore 20.45    Fred Hersch  -  solo “Open Book”    artist in residence
Ore 22.30    Camille Bertault Quartet
Ore 24.00    DJ Souljazz

VENERDÌ 15 MARZO 2019
Ore 20.45    Trilok Gurtu – solo percussioni
Ore 22.30    Septeto Internacional
Ore 24.00    Fred Hersch & Gwilym Simcock – pianoforti
Ore 01.00    DJ Souljazz – Resident dj / Svizzera Jazz, soul, rare black music

SABATO 16 MARZO 2019
Ore 20.45    Fred Hersch – Drew Gress - Joey Baron “Special Trio”
Ore 22.30    Incognito
Ore 24.00    DJ Souljazz
Ore 00.30    Flanard

“Segni di Jazz” è il titolo scelto dal direttore artistico Armando Calvia, per un festival che avrà la sua anteprima sabato 2 marzo presso il teatro Sociale di Como, con Fabrizio Bosso che sarà ospite della Como Jazz Orchestra. La rassegna entrerà poi nel vivo dal 14 al 16 marzo presso il cinema teatro Chiasso con la mirabile carta bianca concessa a Fred Hersch, autentico gigante del pianismo contemporaneo, che sarà impegnato dapprima in solo, poi in duo con l'inglese Gwilym Simcock, uno dei suoi più promettenti allievi, reduce da una acclamatissima tournèe mondiale con Pat Metheny, per un'esibizione dalla cornice molto intima e particolare, e quindi in un trio alquanto inedito completato da Joey Baron e Drew Gress in un incontro al vertice che promette scintille, dopo i fasti di qualche anno fa. Altri concerti di interesse con Camille Bertault, Incognito e Trilok Gurtu, più altri happenings, dj set e sorprese firmati da Calvia, alla guida del comitato artistico dal 2010. “Il supporto della radiotelevisione svizzera, che quest'anno riprenderà anche in video i concerti di mezzanotte -ribadisce- oltre al sostegno di sponsor istituzionali, ci permettono di tenere un livello qualitativo decisamente alto, non solo per il festival ma anche con una serie di concerti che proseguono per il resto della stagione, sempre in collaborazione con la RSI. L'anno scorso ad esempio abbiamo ospitato Chick Corea, John Mc Laughlin, Stefano Bollani e Jan Garbarek e anche altri eventi, con linguaggi e stili di confine. L'edizione di quest'anno spicca per il pianismo schubertiano di Hersch, che ritorna a Chiasso dopo l'esordio di due anni fa. Una sensibilità unica, estremamente emozionante, sono felice di presentarlo in esclusiva, ma occhio anche alla Bertault, ormai più che una promessa, al set in solitario di Gurtu e al rendez-vous con gli Incognito, protagonisti incontrastati dell'acid jazz della metà degli anni 90. Il jazz è di casa nel cartellone teatrale di Chiasso e la programmazione del festival si accorda con quella della programmazione musicale generale, offrendo al nostro affezionato pubblico l’opportunità di partecipare a concerti storici come quelli svoltisi negli ultimi anni, cito fra i tanti momenti elevati le esibizioni di Archie Shepp e Gato Barbieri e quella di Brad Mehldau lo scorso anno.

quando: 14 16 marzo 2019
dove: Cinema Teatro Chiasso

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.