Dal 13 al 16 giugno l’edizione 2019 del Firenze Rocks Comunicato stampa

La terza edizione della manifestazione si prepara a eguagliare se non a superare il grande successo e riscontro di pubblico avuto nelle precedenti edizioni, che hanno portato nel capoluogo toscano oltre 350mila spettatori giunti da ogni angolo de mondo.

29/04/2019
di Vittorio Pio

Il programma

Giovedì 13 giugno
Tool
The Smashing Pumpkins
Dream Theater
Skindred
Badflower
Fiend

Venerdì 14 giugno
Ed Sheeran
Snow Petrol
Zara Larsson
Matt Simons

Sabato 15 giugno
Eddie Vedder
Glen Hansard
Nothing But Thieves
The Struts
The Amazons

Domenica 16 giugno
The Cure
Sum41
Editors
Balthazar

Nel giro di pochi anni Firenze Rocks si è guadagnato la reputazione di uno dei festival più importanti dell'estate in musica europea. L'edizione numero 3 va a confermare quanto di buono ha già realizzato nella sua breve ma già significativa storia. L'appuntamento sarà ancora una volta alla Visarno Arena, dal 13 al 16 giugno con i Tool, Smashing Pumpkins, Eddie Vedder, Ed Sheeran, Dream Theater, Sum 41 e The Cure, fra i molti nomi che andranno ad infiammare gli animi di tutti coloro pronti a convenire nel capoluogo toscano. Un happening composto e brioso con un cartellone quanto mai variegato che nelle ultime ore ha visto aggiungersi i The Fiend, The Amazons e Balthazar. Quello dei Fiend è un nome cult del rock indipendente francese. Nati a Parigi una decina di anni fa, accompagneranno i Tool in tutto il loro prossimo tour europeo a seguito dalla pubblicazione del loro terzo album, “Seeress”. I The Amazons, rappresentano uno dei sottoclou alla serata di Eddie Vedder, che prevede anche la partecipazione di Glen Hansard, sono invece una rock band emergente che arriva dalla Gran Bretagna. Il quartetto di Reading ha visto una crescita elettrizzante negli ultimi anni con numerosi riconoscimenti da parte di MTV: Il loro nuovo disco “Future Dust”, è atteso per il prossimo 24 maggio. Anche i Balthazar, che apriranno la giornata che culminerà con il live dei Cure, sono apprezzati ormai da tempo nelle scene rock indipendenti con quattro dischi graffianti e robusti. Si inizia con il botto il 13 con i Tool capitanati da Maynard Ferguson, presentati in esclusiva italiana e gli Smashing Pumpkins che si sono appena riuniti attorno alla storica voce di Billy Corgan per realizzare un nuovo album pubblicato lo scorso autunno. Ed Sheeran, cantautore inglese la cui fama si è accresciuta di parecchio nel corso degli ultimissimi anni, sarà invece l'headliner della seconda serata il 14, la cui scaletta prevede anche anche Snow Patrol, Zara Larsson e Matt Simons. Giorno 15 attesissimo ritorno per Eddie Vedder, il carismatico leader dei Pearl Jam di nuovo fra i protagonisti del festival dove due anni fa aveva infranto il record per maggior numero di spettatori paganti di tutta la sua carriera solista (con oltre 45.000 biglietti venduti) in un concerto davvero emozionante e denso di sorprese. Prima di lui ancora una volta Glen Hansard: l’artista irlandese, noto come voce e chitarra della band The Frames e parte del duo folk rock The Swell Season, è famoso anche per la sua carriera di attore (ha recitato, tra gli altri, nel film premiato film “Once”. Gran chiusura e data esclusiva il 16 per the Cure dell'iconico leader Robert Smith con la sua storica band che ha fatto la storia del punk-rock inglese con una serie interminabile di hit che proprio in Italia a partire dalla metà degli anni'80 li ha consacrati in maniera definitiva.

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.