Dario Distasi | Esce oggi Home che segna il ritorno dopo gli anni in UK Comunicato stampa

Ho vissuto molti anni lontano da casa. In Inghilterra ho scritto Home, un brano che parla della sensazione di non avere riferimenti, di non sapere quale luogo chiamare casa se non c'è qualcuno ad aspettarti. Forse sapevo già che sarei dovuto tornare per avere un nuovo punto di partenza.” Il brano è disponibile da oggi su tutte le piattaforme streaming e in digital download.

03/12/2020
di Paola D'Ignazi paoladignazi@suono.it

È di questo groviglio di sentimenti ed emozioni che parla Home, l’ultimo singolo di Dario Distasi, prodotto da Chris Taylor presso i Noiseboy Studios di Manchester, UK e masterizzato da Pete Maher (U2, Depeche Mode, Snow Patrol). Un brano rock, dal sound di ispirazione chiaramente americana, che con grinta e sincerità racconta i sentimenti di un giovane italiano all’estero. Accompagna il brano il videoclip per la regia di Matteo Castelluccia.
Dario Distasi è un giovane cantautore rock, classe 1985. Inizia molto presto a suonare la chitarra e comporre brani propri ma la svolta arriva dopo la laurea, quando decide di trasferirsi a Manchester, città dalla fervente scena musicale, dove inizia a girare pub e locali da solista, cantando le proprie canzoni. Quello di Distasi è sound dalle decise influenze americane, che vanno da Jeff Buckley a Dave Matthews, da Myles Kennedy agli Audioslave. Così, dopo la pubblicazione del primo mini EP Coming Around, decide di registrare nuovi pezzi a Nashville, Tennessee, USA. Qui entra in contatto con Drew Middleton, produttore pluripremiato dalla BMI (la SIAE Americana) per le proprie produzioni. Con Middleton produce nel 2019 l’EP Letting Go, dal quale sono estratti due singoli Stuck in here e When The Lights Go Down che hanno incontrato i favori di pubblico e critica sia negli Usa che in Europa. Nel 2020 decide di rientrare in Italia, dove fonda un nuovo progetto musicale con una nuova backing band senza però abbandonare il sound e le scelte musicali percorse in UK e USA.

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.