Egberto Gismonti in Italia Comunicato stampa

Sta per ritornare nel nostro paese, per poche selezionatissime date, Egberto Gismonti, intellettuale brasiliano di formazione atipica, che ha realizzato per l’etichetta discografica Ecm, una serie di lavori imprescindibili con Jan Garbarek, Charlie Haden, Nana Vasconcelos...

06/10/2018
di Vittorio Pio

I concerti

21 ottobre, Bergamo (Bergamo Scienza)
25 ottobre, Mantova (Mantova Jazz)
26 ottobre, Cormòns (Jazz & Wine of Peace).

Classe 1947, nato in una famiglia di musicisti (madre siciliana e padre libanese) nello stato di Rio de Janeiro, Gismonti intraprese lo studio del pianoforte e della musica classica all'età di sei anni. A 18 parte per Parigi, dove è stato allievo di Nadia Boulanger e Jean Barraqué, studioso di Schoenberg e Webern. A Parigi ha anche modo di formarsi con il compositore Lugi Dallapiccola, uno dei primi compositori ad approdare in Italia alla dodecafonia: tutte esperienze che lo spingono a guardare oltre gli schemi rigidi dell’ortodossia. Difatti quando rientra in Brasile compie un percorso inverso, scavando nella tradizione del suo immenso e controverso paese, dal neoclassicismo di Heitor Villa-Lobos alle tradizioni degli indios Xingù, dai quali si trasferisce proprio in Amazzonia per due anni, sperimentando nuove accordature e sonorità. Durante la prima metà degli anni 70 egli pone le basi per la sua concezione attuale della musica, ascoltando e traendo ispirazione da musicisti molto diversi tra loro, come Django Reinhardt e Jimi Hendrix, avvalorando così la tesi dell’assenza di contraddizione tra musica “popolare” e “colta”. Oltre al piano Gismonti suonerà la sua originalissima chitarra a dieci corde, per condurre il pubblico tra echi delle musiche amerinde, della musica classica contemporanea e del jazz più avanguardista. Ha altresì composto musica per il cinema, il teatro e la televisione e realizzato più di sessanta dischi, influenzando musicisti fra di loro assai diversi come Pat Metheny o il nostro Ivano Fossati, trasformando la sua musica in un corpus di lavori che continua a crescere ed evolversi combinando elementi diversi, con un pensiero mobile ed entusiasmante.
Gismonti suonerà il
21 ottobre, Bergamo (Bergamo Scienza)
25 ottobre, Mantova (Mantova Jazz)
26 ottobre, Cormòns (Jazz & Wine of Peace).

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.