Gilberto Gil: in Italia per far rivivere "REFAVELA 40" Comunicato stampa

Il 14,16 e il 18 luglio, tre imperdibili performance accompagnato da una superband arrangiata e diretta dal figlio Bem Gil. Special Guests CHIARA CIVELLO e MAYRA ANDRADE.

04/07/2018
di Daniele Camerlengo daniele.camerlengo@gmail.com

Le date

Sabato 14 luglio PERUGIA - Umbria Jazz (Arena Santa Giuliana, Piazza Partigiani)
Lunedì 16 luglio VENEZIA - Veneto Jazz (Teatro Goldoni, San Marco 4650 b)
Mercoledì 18 luglio MONFORTE D'ALBA (CN) - Monfotinjazz (Arena Horszowski, Piazza Antica Chiesa)

GILBERTO GIL torna in Italia per far rivivere, a quarant’anni di distanza dalla sua pubblicazione, il celebre album “REFAVELA 40” con tre imperdibili appuntamenti accompagnato da una superband arrangiata e diretta dal figlio BEM GIL (produttore artistico dell’intero tour). Special guests CHIARA CIVELLO e MAYRA ANDRADE.
Inciso nel 1977 dopo la sua esibizione al Festac a Lagos in Nigeria, “Refavela 40” rappresenta uno dei progetti più belli e coinvolgenti di tutta carriera di Gilberto Gil. L’album è dedicato alle favelas, piaga sociale del Brasile che l’artista ebbe modo di vedere, ma è anche uno dei dischi più “africani” di Gil con forti venature funk. L’esperienza africana ha permesso infatti all’artista di scoprire e assorbire ritmi e temi che hanno poi dato vita al disco, per tale ragione è considerato un lavoro ponte tra l’Africa e la parte nera del Brasile.
Oggi, dopo quarant’anni dall’uscita, Gilberto Gil ripropone sul palco i brani rivisitati di questo celebre album, come “Ilê Aiyê”, “Balafon”, oltre ad uno dei grandi classici della canzone brasiliana “Samba do Avião” del grande Tom Jobim, in uno spettacolo unico che, da settembre in tour in molte città del Brasile e adesso in Europa, sta ottenendo un grandissimo successo di pubblico e critica. La speciale band, capitanata dal figlio Bem Gil (voce e chitarra), è composta da alcuni tra i più rappresentativi musicisti della nuova scena musicale brasiliana: Domenico Lancellotti (batteria, percussioni e MPC), Bruno Di Lullo (basso), Thomas Harres (batteria e percussioni), Thiago Queiroz (sax e flauto), Mateus Aleluia Filho (tromba e flicorno), Nara Gil e Ana Lomelino (coriste) e Mestrinho (cori e fisarmonica).

Per info:

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.