I Calexico a Villa Ada

Sulle strade polverose dall’Arizona a Villa Ada: i Calexico in concerto a Roma

27/07/2019
di Giovanni Battaglia giovannibattaglia66@gmail.com

foto: Giovanni Battaglia

Dopo 14 anni i Calexico e Samuel Ervin Beam in arte Iron and Wine sono tornati insieme per suonare le canzoni che hanno iniziato a scrivere a partire dalla loro prima collaborazione datata 2005 e continuata con la pubblicazione del nuovo “Years to Burn”. Sono due nomi di culto della scena folk country, geniali e creativi i primi, poetico, elegante ed intimo il secondo. Questo incontro aveva fatto gridare al capolavoro le maggiori riviste musicali del mondo quando nel 2005 era stato pubblicato “In the Reins” e la loro amicizia è andata avanti senza interruzioni con collaborazioni dal vivo e per la colonna sonora del film di Todd Haynes “I’m not there” fino ad arrivare al nuovo disco registrato in pochissimi giorni e pubblicato a metà giugno.
Nel caldo torrido della notte romana ci si sente un po’ a Tucson, patria dei ed i musicisti sono tutti a perfetto agio con le loro camicie a maniche lunghe e l’immancabile cappello; Sam fedele al suo nome d’arte ha un bicchiere di vino su uno sgabello quasi a dire che il calice sia uno degli elementi del gruppo ed infatti verso la fine del concerto entra in scena tra le risate del pubblico quello che Sam definisce uno delle persone più importante della sua vita: il suo sommelier personale. La musica sognante ed elegante dei Calexico si incontra con la voce romantica di Sam Beam per creare ancora una volta qualcosa di nuovo che non è più né uno né l’altro.
Se questo avrà fatto storcere il naso ai più agguerriti sostenitori dei Calexico, in realtà rappresenta la forza di questa unione. La sintonia tra i due è straordinaria e sembra che non abbiano mai smesso di dialogare in questi 14 anni fino a far esclamare a Sam “E’ come tornare in famiglia”.

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.