Mappiato, la mappa che riunisce i luoghi delle canzoni di Battiato News

Il viaggio di un appassionato che ha individuato oltre settanta location sparse per il mondo citate nella musica dell’autore.

26/09/2018
di Francesco Bonerba francescobonerba@suono.it

La musica di Franco Battiato è un crogiuolo di sensazioni, un enorme mosaico di indizi sensoriali, messaggi nascosti, codici frammentari e suggestioni mentali, una mappa dove il tesoro varia al variare di chi l’ascolta e a seconda del percorso che si decide di seguire. Non stupisce, dunque, che qualcuno abbia raccolto l’invio alla “caccia” e abbia deciso di ricostruire uno dei possibili tracciati che si snodano attraverso la vasta discografia dell’autore. L’avventuroso cercatore ha un nome e cognome, Alessio Arnese, insegnante di lettere nella scuola media con una grande passione per la geografia e conoscenze di sistemi informativi geografici. È stato lui, tre anni fa, a ideare una mappa su Google Maps che raccogliesse i luoghi citati nelle musiche di Battiato. Partita per gioco, la classificazione si è fatta appassionante; la voce si è diffusa e la mappa, via via sempre più estesa, è stata rilanciata da diversi siti di informazione trasformandosi infine in un sito da oltre 300.000 visualizzazioni. Spinti dalla curiosità, abbiamo raggiunto Alessio, che ringraziamo per la grande disponibilità, per fargli qualche domanda su questa originale iniziativa e non solo.

Com’è nata e quando l’idea di questa mappa?

È nata, come spesso accade, per gioco a novembre del 2016. Ascoltando Battiato, notai la ricorrenza di riferimenti geografici nei suoi testi e così iniziai a mapparli. La prima canzone fu Voglio vederti danzare, forse quella con il maggior numero di citazioni geografiche. Poi la situazione mi è sfuggita di mano e la mappatura dei luoghi di Battiato è diventata un passatempo. Non pensavo assolutamente che avrebbe avuto questa risonanza: dopo la sua prima pubblicazione nel web sulla mia pagina Facebook, ho iniziato a ricevere via social diverse segnalazioni di luoghi mancanti. Così, meno di un mese fa, è arrivata la versione 2.0 su www.mappiato.it , completa di citazioni, titoli dei brani e playlist su Spotify.

Il luogo che più vorresti visitare in base alla descrizione che ne fa il cantautore?

È una scelta difficile… forse la Prospettiva Nevskij a San Pietroburgo, una città che mi ha sempre incuriosito. In alternativa la Georgia Australe, luogo che Battiato accosta a Shackleton, uno degli ultimi grandi esploratori.

Il tuo personale podio delle canzoni di Battiato.

La cura (un testo che sembra scritto con l’anima), Atlantide (unico luogo non presente sulla mappa, per ovvie ragioni) e Povera patria (sempre attuale, ahimè).

Che tipo di ascoltatore musicale sei? “Liquido” o “analogico”?

Direi entrambi: ho una collezione di vinili che amo ascoltare in relax quando sono a casa ma ascolto anche la “liquida”, che ha il vantaggio di seguirmi ovunque. Da una parte la ritualità e le sonorità, dall’altra parte la facilità di fruizione. Credo, però, che le due categorie non debbano essere mutuamente esclusive: viviamo in una società di conflitti, risparmiamoci almeno quello tra analogico e digitale!

La mappa si ingrandirà ancora? Hai in mente di realizzarne altre?

Molte delle segnalazioni che mi sono arrivate in questi mesi riguardano luoghi citati in canzoni scritte da Battiato ma cantate da altri, quindi credo che una probabile espansione di mappiato sarà un livello con le canzoni scritte per altri. Sarebbe bello costruire un intero “atlante musicale”, da realizzare insieme ad altri appassionati. So che sul modello di mappiato è stata realizzata una carta dei luoghi citati nelle canzoni di Calcutta, geografico già nel nome d’arte...

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.