Senza memoria non c'è futuro

Area… il gruppo italiano che più di qualsiasi altra “reazione” artistica ha saputo sintetizzare tecnica, improvvisazione, energia, idee, passioni… dal bruciante album di esordio del 1973, Arbeit Macht Frei, all’ancora recente doppio cd, Live 2012, dove c’è un apprezzabile Geometrie, resoconto di pulsioni inedite.

Non esiste una chiave di lettura unica del pianeta Area, troppo ampio il respiro emesso dai loro lavori, sia come gruppo sia come solisti e non sarà certo questo speciale ad esaurire i discorsi intorno a Stratos, Giulio, Patrizio, Ares, Paolo, per limitarci ai componenti della formazione “classica” di Area. Non è il primo e non sarà l’ultimo, spero! Lo spunto ci è fornito dai cofanetti Sony rimasterizzati, vinile+cd, dei primi due lavori Area e di Cantare la voce di Stratos, tre capolavori targati Cramps, etichetta manifesto della discografia alternativa italica, anche se discussa dalla sinistra più radicale per la gestione di Frankestein/Gianni Sassi, personaggio geniale e contraddittorio. Abbiamo raccolto un po’ di storie e le abbiamo messe insieme con un solo filo conduttore: l’amore per questa musica senza tempo e senza confini definiti. Le persone che le raccontano hanno aperto il loro cuore... visioni anche diverse ma che rappresentano le anime di universi paralleli, a volte sovrapposti. Dedicato a tutti quelli che vivono la musica ancora come esigenza primaria della propria vita, oggi come ieri, forse più di ieri. Senza memoria non c’è futuro…

di Guido Bellachioma

PROGRESSIVE  15/10/2014
di Guido Bellachioma

Il suono delle idee

Paolo Tofani, nato chitarrista ma sperimentatore di attitudine, ha vissuto mille stagioni creative, dagli albori del rock italiano coi Califfi alle profondità degli Area, poi un lungo cammino spirituale
e dal 2009 si confronta nuovamente con la musica degli Area...

PROGRESSIVE  15/10/2014
di Andrea Pettinelli

L’onnipresente Patrizio

Fariselli, da sempre “quello con la barba” nelle foto di Area International POPular Group.…  Quello che appare in più brani di tutta la loro discografia dagli anni ’70 a oggi; quello che ha sempre una sottile ironia di fondo, anche quando risponde alle domande apparentemente più difficili.

MUSICA  ROCK  08/07/2014
di Roberto Masotti

1979-2014: A Stratos…

Il 13 giugno 2014 si è celebrato il 35° anniversario della morte del più innovativo cantante che sia mai stato attivo in Italia… Demetrio Stratos.

MUSICA  12/07/2014
di Guido Bellachioma

Per Demetrio

Pensieri sparsi, ricordi: troppi per essere organizzati, troppi per essere dimenticati. Stiamo parlando di Efstratios Demetriou, vero nome di Demetrio Stratos, scomparso il 13 giugno 1979, sicuramente una delle icone più intriganti della musica moderna. Sperimentatore ma anche splendido cantante... uno dei migliori in assoluto.

MUSICA  12/07/2014
di Carlo D'Ottavi

Che cosa rimane oggi

Quello della Cramps è un catalogo di straordinaria rilevanza che attraversa la storia musicale del nostro paese. La Sony che lo ha rilevato ha cominciato l’opera di rimasterizzazione dei principali titoli, partendo dall’opera degli Area. Ecco un ascolto critico, anche dal punto di vista della qualità sonora, dei primi tre cofanetti.