• Anno: 2018
  • Casa discografica: ECM / Ducale
  • Genere: Jazz
04/04/2018

Norma Winstone Descansado

di Vittorio Pio

Da sessant’anni sulla scena con una serie di numeri e prestazioni di apollinea coerenza, la Winstone fa parte di quella ristretta cerchia d’artisti immediatamente riconoscibili per timbro ed eloquio. Questo quinto album della serie registrata insieme a Glauco Venier (piano) e Klaus Gesing (ance) ne conferma l’invidiabile integrità, in un progetto questa volta dedicato al cinema in alcune pregiate (ma non inflazionate) pagine di Legrand, Herrmann, Morricone, Rota e Walton, che godono dell’ulteriore supporto di Helge Andreas Norbakken (percussioni) e Mario Brunello (violoncello). Un repertorio scelto con intelligenza e arrangiato molto bene da Venier e Gesing, con un senso di gentile rispetto ed emozionalità anche nelle liriche aggiuntive della Winstone, che spiccano per grazia melodica specialmente nei temi tratti da Il Postino di Neruda\Radford e dall’Enrico V diretto ed interpretato da Lawrence Olivier nel 1944, quando la Winstone era ancora minuscola. Ottima la ricostruzione della comunque sussurrata scena sonora.

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.