• Anno: 2018
  • Casa discografica: Ecm\Ducale
  • Genere: Jazz
29/10/2018

Marcin Wasilewski Trio Live

di Vittorio Pio

Primo live ufficiale per un trio doppiamente all'avanguardia, vista l'appartenenza alla scuderia di Eicher e un'estetica che nel giro di pochi anni ha saputo conquistare una vasta platea: dopo il debutto con il suo mentore Tomasz Stanko, Wasilewski ha ottenuto un credito sempre più vasto e trasversale, per la sua capacità di evolvere la formazione cameristica nella leadership di un power trio. La circostanza di arrivare a questo simbolico traguardo poco tempo dopo la scomparsa del padre putativo del jazz in Polonia, potrebbe assumere degli accenti melanconici se non fosse che non si tratta di un omaggio al Maestro e neanche di un retrospettiva della sua carriera, dal momento che ben cinque dei sei pezzi presenti sono tratti dal riuscitissimo Spark Of Life, un album di 4 anni fa in cui c'era però il sassofonista Joakim Milder. Quel materiale, riadattato nella forma più libera del trio, brilla nei preziosismi timbrici, accenni folgoranti e cambiamenti di rotta apportati dall'inquieta ritmica completata da Slawomir Kurkiewicz (basso) e Michal Miskiewicz (batteria) come si evince dalla lunga cavalcata di Message in Bottle, il capolavoro dei Police spinto su altre coordinate da una più che fervida inventiva. Austin è l'unica ballad che non aggiunge molto al sospiroso originale, mentre Actual Proof, una gemma proveniente dallo sconfinato repertorio di Hancock, ha un tale drive pianistico da lasciare in estasi l'audience già torrida del festival di Middleheim. Dinamica avvolgente e fedele riproduzione dello spazio sonoro.

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.