Rotel: tributo postumo a Ken Ishiwata Comunicato stampa

Personaggio colorito e estroverso, decisamente un giapponese atipico, Ken Ishiwata è stato per una vita il volto pubblico di Marantz, come progettista prima e come ambasciatore poi. Scomparso nel novembre dello scorso anno ci ha lasciato una inattesa eredità grazie alla collaborazione con Rotel, il cui frutto b+vede ora la cuce grazie alla collaborazione con Karl-Heinz Fink, amico da tempo di Ken.

29/08/2020
di A cura della redazione redazione@suono.it

Si chiameranno Rotel Tribute Series e saranno disponibili fin da Settembre il lettore e l'integrato della serie 11 Rotel, modificati da Ken come fu un passato d'abitudine in Marantz. Purtroppo Ishiwata dopo l'approvazione delle modifiche dei primi prototipi è passato a miglior vita nel novembre dello scorso anno ma il team di Karl-Heinz Fink (nella foto) ha portato a compimento definitivo il progetto. Ishiwata e Fink erano da tempo amici e avevano collaborato anche su altri progetti, tanto che proprio Ishiwata, nella sua costante ricerca di un diffusore di riferimento tenne a battesimo in un Monaco Hi-End di qualche anno fa il primo progetto commercializzato a proprio nome dal Fink Team i WM-4, seguiti più recentemente dai Borg, una versione ridotta degli stessi approcci in elettroacustica.

Karl-Heinz Fink durante la presentazione dei diffusori Borg

Ishiwata aveva ritenuto che l'A11 e il CD11 rappresentassero un punto di partenza perfetta  per migliorare prodotti già buoni (come da tradizione Rotel), ma ci fosse  spazio per aggiornarli e migliorarli. La versione tribute dei due prodotti, esteticamente identici agli originali se non per una targhetta commemorativa, presentano notevoli up grade circuitali. Nell'amplificatore oltre il 50% dei componenti nel percorso del segnale sono stati aggiornati: tutti i i condensatori dello stadio di amplificazione (10), così come due resistenze e una mezza dozzina di condensatori nella sezione pre, oltre a tutti e sei i condensatori nello stadio di volume. Nel lettore CD11 sono stati migliorati 8 condensatore e una resistenza nello stadio DAC mentre nello stadio di alimentatore sono stati sostituiti tutti e nove i condensatori. Si è intervenuto anche sullo smorzamento delle vibrazioni interne applicando del materiale smorzante personalizzato sul coperchio superiore più modifiche alla messa a terra meccanica ed elettrica del lettore. I prezzi dovrebbero rimanere nella consueta fascia del value for money di tradizione 

Per inviare commenti devi essere autenticato. Effettua il login.

Non sei registrato? Registrati.