testata sito suono
banner abbonamenti suono

J.S.Bach Goldberg Variations BWV 988

Di:Fabio Masia
Pubblicato il:

Gile Bae pianoforte
Fonè 148 2 LP 33 rpm 180 gr.

Le Goldberg Variationen sono un tema in Sol maggiore (Aria) seguito da 30 Variazioni. L’originalità sta nel fatto che le Variazioni si basano non sulla melodia dell’Aria bensì sul suo basso, quindi, le 30 Variazioni fioriscono, sì, sull’Aria ma non sulla sua superficie più visibile bensì sulla sua radice sotterranea. Pare semplice ma… ecco, Glenn Gould le definì un’opera che non ha “né inizio né fine”. Definizione convincente, tanto da sembrare una torre che potrebbe raggiungere il cielo, una galleria colma di splendori che potrebbe continuare, secondo la logica della Variazione e del contrappunto, all’infinito. In nessun’altra sua composizione per clavicembalo Bach ha sprigionato dal discorso musicale tanta energia. Nel secolo scorso si è giunti a spiegare questo capolavoro con l’equazione di Einstein, E = mc2, dove l’energia “E” altro non è se non la musica, la massa “m” è l’immensa dovizia di segnali e di significati che ogni singola battuta impone all’esecutore e all’ascoltatore, e l’accelerazione “c” innalzata al quadrato è l’inesauribile possibilità di mutazioni e di sorprese che Bach suggerisce.

Gile Bae è nata nel 1994 a Capelle aan den Ijsel, nei Paesi Bassi. Ha iniziato a studiare musica all’età di cinque anni, mostrando un eccezionale talento come pianista e facendo rapidi progressi. Ha debuttato come solista con orchestra nel 1999 in Corea del Sud e ha continuato ad esibirsi nel Regno Unito, in Austria, Germania, Olanda, Svizzera, Spagna, Portogallo e Italia. All’età di sei anni Gile Bae si è iscritta al Conservatorio Reale dell’Aia, dove ha studiato sotto la guida di Marlies van Gent. Ha vinto importanti concorsi internazionali. Ha suonato per la famiglia reale olandese in numerose occasioni, e nel 2013 si è esibita per il Premio Nobel per la Pace Aung San Su Kyi all’Alma Mater Studiorum di Bologna. Nel 2014 si è esibita in concerto a Imola insieme a Vladimir Ashkenazy. Ha partecipato a numerose masterclass, tenute da pianisti come Jean Ives Thibaudet. Nel maggio 2016 Gile Bae ha eseguito le Variazioni Goldberg di J. S. Bach al Teatro Olimpico di Vicenza, in Italia, per una registrazione dal vivo. È stata la prima sua registrazione del capolavoro bachiano al quale, però, si è avvicinata fin da bambina, tanto da poter dire che a soli 22 anni padroneggia questo picco musicale con sempre maggiore sicurezza e profondità, come conferma ancora di più in questa registrazione del 2019 avvenuta nella “Sala dell’Ermellino” presso la Casa della Musica di Milano. L’utilizzo di uno splendido pianoforte Bosendorfer non stravolge una musica concepita verso la metà del diciottesimo secolo per clavicembalo. La pianista conosce bene la materia mantenendosi equidistante tra coloro che considerano fedele all’originale solo chi esegue queste pagine con un clavicembalo, possibilmente a due registri, alla ricerca di una verità storica fissata a quel tempo, e coloro che usando un moderno pianoforte tendono ad assimilare Bach a un List o uno Chopin. Qui il pianoforte non esonda, non travolge l’ascoltatore con la sua potenza, ma è trattenuto nei solchi del rigore filologico pur nella bellezza timbrica, rispettando tempi e dinamiche in modo mirabile. Tutte cose che si colgono perfettamente in questa splendida registrazione.

Le registrazioni impiegano microfoni Neumann U47 e U48, preamplificatori microfonici e cavi (linea, microfonici e di alimentazione) proprietari come Signoricci. I master sono realizzati con Ampex ATR 102 (Electronic Tube Ampex Model 351-1965) a due tracce 1/2 pollici, 30 ips, modificato da David Manley, famoso e acclamato progettista di amplificatori Hi-end a proprio nome e poi come VTL. Tutto questo processo di masterizzazione, come si vede interamente analogico e valvolare, è il sistema Signoricci ed è seguito dallo stesso Giulio Cesare Ricci. Ecco le prime tre uscite, tutte in edizioni limitate a 496 copie.

close

Completa i tuoi dati e segnala le tue preferenze

Vai al prodotto/i:

J.S. BACH – GOLDBERG VARIATIONS BWV 988
89,00
BUNDLE FONÉ 3+1
236,00

In edicola

SUONO n° 559

Gennaio
 2022

Gli ultimi articoli

Cristina Donà | Distratti

A cura della redazione
-  

S’intitola Distratti ed è disponibile da oggi 13 gennaio il nuovo estratto da deSidera, ultimo lavoro discografico firmato da Cristina Donà, che ha segnato il ritorno di una tra le voci più originali della scena musicale italiana.

Leggi tutto...

Chick Corea Experience con Elio Villafranca & Friends

A cura della redazione
-  

Performance live il 13 gennaio al Dizzy’s Club di New York.

Leggi tutto...

Crossroads 2022 – Jazz e altro in Emilia-Romagna

A cura della redazione
-  

L’edizione 2022 di Crossroads si svolgerà dal 4 marzo al 24 luglio proponendo oltre 60 concerti in tutto il territorio dell’Emilia-Romagna, con tappe in oltre venti comuni.

Leggi tutto...

Il giornale secondo loro...