David Helbock Trio – Aural Colors

Di:Antonio Gaudino
Pubblicato il:
Anno di pubblicazione: 2015
Casa discografica: Traumton Records

La sensazione che si ha dopo il primo ascolto di Aural Colors è quella di essere al cospetto di un lavoro notevole di rara bellezza; la cosa più sorprendente è che dietro questa mistura in bilico fra classico e moderno ci sia un ragazzo di un paesino austriaco (Koblach) di appena 31 anni che ha già alle spalle ben 12 album (con quest’ultimo). Innovativo, classico, d’avanguardia, il jazz di Helbock ci offre una tavolozza di note che mescola come colori, già a partire dalla copertina dell’album dove un cerchio colorato ricorda un caleidoscopio che sembra suggerito da Kandinskij e la Bauhaus. Musicalmente ispirato dal compositore viennese del ‘900 Arnold Schönberg, ideatore della dodecafonia, nella seconda traccia, Schönberg Meets Kandinsky Suite, Helbock traduce per noi il metodo compositivo che prevede che tutti e dodici i suoni della scala cromatica appaiano lo stesso numero di volte, affinché nessun suono prevalga sugli altri. La prima traccia, Yellow Meets Red, è una chiara dichiarazione di intenti che riassume l’essenza della musicalità dell’Helbock trio, armonie aperte e ritmo incalzante; il piano domina, vero, ma il piatto forte è costituito dal basso di Raphael Preuschl e la drumming incessante di Herbert Pirker. Una ritmica importante capace di fare da contorno così come di porsi in primo piano con il pianista, macinando ritmo e classe anche nella ballads o nei momenti meno frenetici come in Healing Colors e Para Hermeto, che chiudono questo viaggio registrato negli ottimi studi della label Traumton di Berlino. "Traum" in tedesco significa sogno: siamo certi che questo sia un buon risveglio per tutta la scena jazz, dopo un ventennio dominato da Brad Mehldau!

In edicola

SUONO n° 558

Dicembre
 2021

Gli ultimi articoli

Festa Filarmonica al Teatro Argentina l’8 dicembre

Paola D'Ignazi
-  

Andrea Lucchesini al pianoforte sul palco con le prime parti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e le voci del Teatro dell’Opera per festeggiare i duecento anni dell’Accademia Filarmonica Romana.

Leggi tutto...

Il tour europeo di Uri Caine Trio fa tappa a Ferrara

Paola D'Ignazi
-  

Martedì 7 dicembre alle ore 21 il tour europeo del trio guidato dal pianista statunitense Uri Caine farà tappa al Ferrara Jazz Club, innsieme a Mark Helias al contrabbasso e Ben Perowsky alla batteria.

Leggi tutto...

Metamorfosi dantesche e diaboliche suggestioni in scena con l’Orchestra da Camera del FVG

Paola D'Ignazi
-  

Torna al Teatro Verdi di Muggia il tradizionale Concerto dell’Immacolata, che sarà di scena mercoledì 8 dicembre, alle ore 17.00, con l’Orchestra da Cera del Friuli Venezia Giulia, diretta da Romolo Gessi. Ingresso gratuito a offerta libera, con Green Pass.

Leggi tutto...

Il giornale secondo loro...