Maria Pires – di Antonio Gaudino JAZZ 19/06/2015 Complete Concerto Recordings

Di:Tito Gray de Cristoforis
Pubblicato il:
Anno di pubblicazione: 2015
Casa discografica: Deutsche Grammophon

Maria João Pires, portoghese, pianista. Pires è un’artista dall’inconfondibile classe, sempre capace di emozionare. Deutche Grammophon ha lanciato un nuovo cofanetto dedicato alla pianista di Lisbona: cinque CD contenenti concerti per pianoforte e orchestra di Mozart, Schumann e Chopin. La confezione contiene i concerti n. 1 e 2 di Chopin, i concerti n. 14, 26 (detto dell’"Incoronazione"), 17, 21, 27 e 20 di Mozart e il concerto in La minore op.54 di Schumann. Inoltre, a sorpresa, nel secondo CD è contenuta l’aria e recitativo "Ch’io mi scordi di te… Non temer perduto bene" dall’Idomeneo di Mozart, con pianoforte concertante e interpretata dal soprano Christine Schäfer, che spezza la serie altrimenti ininterrotta di concerti per pianoforte e orchestra. Le registrazioni sono state tutte realizzate negli anni Novanta e costituiscono una piccola parte dell’archivio della Deutsche, che ha deciso solo ora di pubblicarle insieme. Un’edizione del genere è la riprova della notevole duttilità della Pires, che sa calarsi nelle armoniose simmetrie del repertorio classico così come nelle travolgenti evoluzioni romantiche del drammatico concerto di Schumann e nelle pagine intime e sofferenti di Chopin. Una duttilità, quella della Pires, che non finisce mai di stupire: quest’interprete riservata e estranea agli atteggiamenti da divi che troppo spesso hanno i pianisti di successo ha affrontato, nel corso della sua carriera, quasi tutto il grande repertorio, sempre con serietà e dedizione, esibendosi nelle sedi più prestigiose e incidendo con alcune delle più importanti case discografiche dei nostri tempi. La Pires è un’interprete dall’eccezionale spessore internazionale e questa pubblicazione rende onore al suo nome: i brani, di repertorio ma non banali, sono resi con squisito gusto per le differenze dinamiche e articolatorie e per l’esattezza del fraseggio. Nell’esecuzione della Pires la precisione, l’articolazione cronometrica di tutte le note e la misura sempre ponderata del tocco sono il veicolo tecnico per un’interpretazione artistica che va ben al di là della mera lettura del testo.

In edicola

SUONO n° 558

Dicembre
 2021

Gli ultimi articoli

Duo flauto-chitarra a Roma Sinfonietta il 1° dicembre all’auditorium di Tor Vergata

Paola D'Ignazi
-  

Mercoledì 1 dicembre per i concerti di Roma Sinfonietta all’Auditorium “E. Morricone” dell’Università di Roma “Tor Vergata” (Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) suonerà il Duo Amigdala.

Leggi tutto...

Ecotons: Jam Session e Live Concert

Paola D'Ignazi
-  

Irina Solinas sarà protagonista il 10 dicembre a Como presso Tre Incroci (Ex Tintostamperia Val Mulini) di un triplo evento, promosso nell’ambito delle iniziative di Gener-Azioni: al mattino, un incontro musicale per i ragazzi e le ragazze ospiti del Centro Socio Educativo di Ancora Società Cooperativa Sociale, al pomeriggio una Jam Session aperta a tutti gli artisti del territorio e alla sera il live dello spettacolo Ecotonos.

Leggi tutto...

Strange Days: 15-16 luglio 2022 Supergrass e Idles al Parco delle Valli a Roma

Paola D'Ignazi
-  

Due giorni all’insegna delle chitarre e del divertimento al Parco delle Valli a Roma il 15 luglio con i Supergrass e il 16 luglio con gli Idles.

Leggi tutto...

Il giornale secondo loro...