Sonus faber presenta Lumina

Di:Paolo Corciulo
Pubblicato il:

Lumina (l’acronimo di LUsso, design MInimale e suono NAturale) è la proposta della casa italiana nel segmento dei diffusori dedicati al micro lusso.

Con la nuova serie Lumina (il nome è l’acronimo di LUsso, design MInimale e suono NAturale) composta da un floorstanding, un boockshelf e un centrale, Sonus faber si inserisce nella  fascia di mercato Hi-Fi compresa tra gli 800 euro (Lumina I, il modello da scaffale) e i 2.000 (Lumina III da pavimento). Non è da oggi che Sonus faber guarda, con un misto di interesse e di cautela, al segmento del mid-end o, come ama definirlo questa rivista, al settore del microlusso, destinazione per certi versi inevitabile per le dinamiche di mercato e per le affascinanti prospettive di ricaduta (tecnologica e di immagine) di chi è posizionato nella fascia alta di mercato e, per di più, gode di un’immagine iconica. Destinazione che non sarebbe poi nemmeno “oltraggiosa” e per di più in linea con alcuni progetti originari della casa vicentina che, se si esclude il visionario progetto Snail, introduce nel 1983 proprio un prodotto di microlusso come i Parva, un due vie da scaffale realizzato in legno di noce massello!

L’evoluzione del mercato, le scelte di Serblin prima e dei nuovi proprietari poi, hanno portato il marchio a occupare i segmenti più alti di mercato dove maggiormente si è radicata l’immagine di Sonus faber, senza trascurare il segmento di primo approccio a perso mordente: Toy (2008) era un progetto splendido (e chi scrive si tiene ben stretta la sua coppia, per giunta personalizzata) ma forse introdotto quando l’idea del microlusso era ancora prematura e il mercato non aveva divaricato la forchetta tra prodotti economici e costosi. La nuova linea Lumina prende le mosse dalle precedenti esperienze di Chameleon e Principia, per certi versi lo specchio di un animo conflittuale con cui in passato Sonus faber si è approcciata alla difficile materia (tiriamo qui in ballo ancora una volta il difficile equilibrio tra una dimensione artigianale e quella industriale di un prodotto): il plus dei Chamelieon (la possibilità di personalizzarne i fianchetti) non è stata compresa dal mercato, tant’è che scompare nella pedissequa evoluzione rappresentata dai Principia e rivela dove sembrano posizionarsi i limiti della ricaduta tecnologica (Venere e successivamente Sonetto si posizionano in una fascia più alta). Una ragione delle eventuali difficoltà a inserirsi in maniera competitiva in fascia medio-bassa è che questa è ad appannaggio di quelle aziende che hanno una dimensione più industriale che artigianale: Elac, Focal, Triangle e Wharfedale sono strategicamente presenti in questo segmento di mercato con cui oggi i Lumina si trovano a competere! Con quali atout? Due gli elementi che ci sembrano vincenti: innanzitutto la scelta dei materiali del cabinet in legno naturale multistrato utilizzato per i frontali impiallacciati con essenze lignee tipiche delle finiture di pregio del marchio (noce e wengé con intarsi in legno di acero o Piano Black) arricchite della pelle nera e delle cromature intorno agli altoparlanti, elemento ormai caratterizzante i modelli di maggior pregio della casa; poi la sempre maggiore capacità di mettere in atto una ampia ricaduta tecnologica che in Sonus si verifica ormai da qualche tempo. I Lumina utilizzano lo stesso tweeter (Damped Apex Dome da 29 mm) e il midrange, nel caso del diffusore da pavimento, della linea Sonetto, mentre sono stati sviluppati ad hoc il mid-woofer e il woofer da 150 mm. Viene prestata attenzione, cosa non comune in questa fascia di prezzo, al bi-wiring e bi-amping (con connessioni placcate in nickel) e alle modalità di emissione con condotti ad hoc per i differenti modelli: posizionata frontalmente nel modello da scaffale e nel canale centrale, a pavimento nel modello floorstanding mentre anche il crossover è stato oggetto di attenzioni riservate in genere a modelli di taglio maggiore, come nel caso di condensatori di alta qualità appositamente progettati e personalizzati. Restano da verificare sul campo le performance ma le premesse per un buon value for money ci sono!

close

Completa i tuoi dati e segnala le tue preferenze

Caratteristiche Dichiarate

Distributore: MPI Electronic – www.mpielectronic.com

Diffusori Sonus Faber Lumina I
Prezzo: € 799,00
Dimensioni: 14,8 x 28 x 21,3 cm (lxaxp)
Peso: 4,4 Kg
Tipo: da supporto Caricamento: bass reflex N. vie: 2 Potenza (W): 30 – 100 Impedenza (Ohm): 4 Risp. in freq (Hz): 65 – 24.000 Sensibilità (dB): 84 Altoparlanti: 1 tw DAD da 29 mm, 1 wf da 12 cm in polpa di cellulosa

Diffusori Sonus Faber Lumina III
Prezzo: € 1.999,00
Dimensioni: 22,8 x 98,9 c 27,7 cm (lxaxp)
Peso: 15,9 Kg
Tipo: da pavimento Caricamento: bass reflex N. vie: 3 Potenza (W): 50 – 250 Impedenza (Ohm): 4 Frequenze di crossover (Hz): 350, 3500 Risp. in freq (Hz): 40 – 24.000 Sensibilità (dB): 89 Altoparlanti: 1 tw DAD da 29 mm, 1 mid da 15 cm in polpa di cellulosa, 2x wf da 115 cm con cono in polpa di cellulosa e fibre naturali

In edicola

SUONO n° 556

Settembre
 2021

Gli ultimi articoli

Aesthetix Audio Mimas

Vincenzo Sollazzo
-  

Chi può permettersi il Mimas, entra in possesso di un amplificatore integrato hi-end versatile ed espandibile e varca la soglia che separa il mondo dei comuni mortali da quello più rarefatto dei proprietari degli amplificatori integrati di alto livello…

Leggi tutto...

Ma chi è Optimal Audio?

Paolo Corciulo
-  

… E perché parlare di lui? Parafrasando un vecchio film, ci sono due elementi focali per parlare della comparsa sul mercato diun nuovo marchio audio (con nobili natali) e del suo possibile successo nel new audio

 

Leggi tutto...

A 76 anni è morto Franco Battiato

Vittorio Pio
-  

Era malato da tempo è si è spento nella sua residenza di Milo. Lo ricordiamo con l’ultimo articolo a lui dedicato, pubblicato su SUONO…

Leggi tutto...

Il giornale secondo loro...